Come trasferirsi in Brasile

Pensare di trasferirsi in Brasile è una scelta molto coraggiosa e senza dubbio con un approccio non propriamente agevolato per noi europei.

Il Brasile è diverso da qualsiasi altro paese al mondo e chi decide di andare a vivere in Brasile affronta sfide non così semplici. Anche per chi ha vissuto all’estero per lunghi periodi di tempo, ci sarà un’importante curva di apprendimento da affrontare. Meglio ci si prepara all’impatto e più facile sarà affrontare la vita quotidiana, una volta effettuato il trasferimento.

Aspetti importanti per trasferirsi in Brasile

Indipendentemente da ciò che si intende fare in Brasile, ci sono delle regole comuni e basiche molto utili per una veloce e corretta integrazione:

Fare amicizia locale

Il motivo per cui il Brasile è così speciale è dovuto anche all’approccio unico che i brasiliani hanno alla vita. Trascorrere del tempo in terra carioca senza avere amici brasiliani, significa perdersi l’aspetto più caratteristico che si troverà in questo angolo di paradiso sudamericano. È consigliabile provare a fare amicizia con cittadine e cittadini brasiliani online prima di trasferirsi, instaurando rapporti e imparando lingua e costumi. In questo modo ci si ritroverà immediatamente e naturalmente inseriti in una cerchia sociale già dall’arrivo. Ci sono molti gruppi di Facebook che possono essere utili per questo scopo. Esistono moltissime persone dal Brasile che, allo stesso tempo, cercano europei per uno scambio linguistico continuativo. Molto probabilmente, nella città in cui si vive, esistono gruppi di brasiliani che si incontrano regolarmente; è possibile ricercare ‘brasileiros + nome della città’ per avere risultati soddisfacenti sul web.

Trovare lavoro in Brasile

Per quanto riguarda l’attività professionali che si intende svolgere, è consigliabile entrare in contatto con altri connazionali già presenti sul territorio, in quanto possono fornire dritte fondamentali per risolvere i problemi burocratici che si dovranno affrontare una volta in Brasile.

Imparare il portoghese

L’inglese non è molto parlato in Brasile. È fondamentale iniziare a imparare il portoghese per essere agevolati nell’integrazione a livello umano e a in ambito lavorativo.

Cosa serve per trasferirsi in Brasile

Per entrare in Brasile, è necessario avere un passaporto valido con una data di scadenza superiore a sei mesi. Sarà richiesto anche un visto. Coloro che visitano il Brasile come turisti o per affari possono ottenere un visto all’arrivo che dura fino a 90 giorni. Per trasferirsi, invece, bisogna ottenere un visto diverso da un’ambasciata o un consolato brasiliano nel Paese d’origine.

Per trasferirsi in Brasile esistono due differenti tipologie di visti:

Visto di lavoro: qualsiasi straniero che desideri lavorare in Brasile deve avere questo visto o la residenza brasiliana

Visto permanente: rilasciato a persone che fanno richiesta di residenza o desiderano andare in pensione in Brasile

Vivere in Brasile

In un mondo ideale nessuno di noi si trasferirebbe senza aver visitato in anticipo il paese in cui intendiamo trasferirci. È importante farsi un’idea del suo clima, della sua cultura e dei suoi costumi per essere sicuri che offra davvero tutto ciò che stiamo cercando. Ancor più di molti altri paesi, il Brasile varia enormemente tra montagna e spiaggia, dalle zone rurali al centro urbano e da città a città. Trasferirsi a Rio de Janeiro o San Paolo, significa affrontare città sono enormi con infrastrutture e strutture che cambiano rapidamente tra le diverse aree, specialmente a Rio de Janeiro. È importante considerare il tempo che si impiega con i trasporti pubblici o alla guida per andare al lavoro, poiché il traffico può essere estremamente caotico. In città come Porto Alegre e Brasilia questo è un problema minore, anche se vale comunque la pena indagare in anticipo.

Trasferirsi sulla costa, in località più piccole e tranquille, può essere un’esperienza piacevole e molto rilassante, indicata per chi può permettersi di non lavorare molto godendo di risorse economiche precedentemente accumulate.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *