Come imparare a suonare la chitarra?

Tutti possono imparare a suonare uno strumento musicale, e la chitarra non fa eccezione in questo. Come molti aspetti della vita stessa, infatti, occorre interesse, passione e talento…e il gioco è fatto.

In questo articolo andremo a vedere come è possibile riuscirci, studiando alcuni passaggi che possono essere utili ad affrontare la pratica e a far superare le prime difficoltà che i neofiti possono affrontare sin da subito.

Reperisci il materiale e studia un po’ di teoria

E’ importante partire trovando il materiale giusto per iniziare a studiare le basi dello strumento. Sia libri che siti web (il migliore in questo senso è possibile raggiungerlo cliccando qui) possono svolgere questa funzione al meglio. Se hai intenzione di prendere lezione, valuta bene un maestro o un chitarrista di valore e talento, che non sia alle prime armi come te!

Allena occhio, orecchio e cervello: studia lo strumento, la sua forma, struttura, meccaniche e parti, in modo da capire come esce il suono e lavorarci. Ascolta quello che la chitarra produce, le canzoni e gli esercizi, comprendendoli nelle loro variazioni e cambi. In questo modo potrai cominciare a entrare nel profondo e studiare meglio, con più raziocinio: ti assicuro che farai progressi in tempi lampo!

E’ importantissimo partire con lo studio degli accordi, che sono la base della pratica. Imparane diversi tipi, partendo inizialmente dai più facili. Impara teoricamente le posizioni per poi riuscirle a realizzare sul manico con più facilità e cognizione di causa.

Consigli utili sulla pratica

Fai esercizio con lo strumento tutti i giorni per una mezz’ora circa perché suonando con costanza, migliori nettamente coordinazione e la muscolatura delle mani, che sono fondamentali!

Cerca il più possibile di non prestare sempre attenzione al manico e alla mano sinistra (destra se siete mancini) che si usa sulla tastiera: devi rinforzare la memoria motoria delle dita così eviterai indecisioni dovute all’assenza di concentrazione.

Il barrè è può essere scomodo da eseguire agli inizi. Mettiti d’impegno, provalo ripetutamente per padroneggiarlo: ne guadagnerà anche la tua capacità di eseguire meglio gli accordi (e i passaggi melodici) più semplici.

Esercitati nel suonare sopra alle canzoni che ti piacciono, fino a quando riuscirai a riprodurle fedelmente. Utilizza un dispositivo audio di qualsiasi tipo, che ti darà una mano anche a capire bene i vari passaggi di una canzone e la sequenza di accordi.

Le doti di un buon chitarrista

Devi abituarti a sbagliare, specialmente agli inizi. Metti al bando frustrazione e autocritica, possono metterti in difficoltà e farti mollare tutto. Al contrario prenditi il tuo tempo e concentrati meglio per evitare errori e imprecisioni, prova con costanza e vedrai che accordo dopo accordo migliorerai decisamente. Chiedete consiglio ad un chitarrista esperto o un amico che suona: non è mai un errore farlo, potrà indirizzarti meglio e correggerti correttamente quando ne hai bisogno.
Agli inizi evita l’imbarazzo. Non vergognarti, imparare qualcosa di nuovo è una virtuosa pratica comune che va incoraggiata.
Se hai la possibilità, suona in gruppo con altri musicisti, che ti aiuteranno a sentirti più sicuro di te e a farti apprezzare il lato divertente della musica, che sin dagli inizi ha aiutato le persone a stare in contatto e condividere esperienze ed emozioni positive. Ti abituerai così a tenere il tempo con più precisione, eseguire gli accordi in maniera più precisa e stimolerà la tua creatività nel migliore dei modi.

Impara a sopportare un po’ di dolori alle mani, specialmente la destra: i calli cresceranno col numero di esercizi, canzoni eseguite e arpeggi fatti e il fastidio diventerà meno intenso. Prendila così: più i essi saranno duri e più passi in avanti avrai fatto sulla strada che ti porterà a diventare un bravo chitarrista.

In bocca a lupo, chitarrista!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *